Dr. Andrea Zonfrilli D.C. TPI 2 Medical

In qualità di chiropratico e fisioterapista, di esperto della valutazione del movimento umano e, nello specifico, dello swing del golfista, in questa pagina tratterò i diversi aspetti della salute del golfista, dalle capacità che il corpo deve avere per eseguire uno swing efficiente, i metodi di valutazione e recupero di queste capacità fino alle possibili cause degli infortuni più ricorrenti nel golfista.

Il core nel golf

I muscoli dell’addome sono fondamentali per lo swing…!
Infatti faccio sempre i miei 50 addominali (crunch)...
No

Sento dire che i muscoli dell’addome o “Core” devono essere allenati perché fondamentali per flettere e ruotare il tronco nello swing. Non è proprio così.

Dovreste immaginare il Core come una struttura che non vuole produrre movimento, ma rallentarlo così da creare un centro dinamicamente solido per trasmettere le forze dagli arti inferiori a quelli superiori. La capacità di utilizzare questi numerosi muscoli in maniera coordinata tramite un abbraccio addominale permette non solo di creare una struttura che, come una molla, immagazzina energia per poi esploderla lungo il vettore del ferro, ma permette anche una stabilizzazione lombare che riduce l’incidenza degli infortuni sulla schiena.

Allenare il core per svolgere queste mansioni non può essere fatto tramite i crunch perché:

  1. Producono movimento in flessione sulla lombare..inutile per lo Swing e dannoso per la colonna lombare
  2. Viene attivato il 50% del core..controproducente per lo Swing L’allenamento del Core per lo swing è un’arte che deve seguire delle regole biomeccaniche e neurologiche ben precise per raggiungere la sua massima efficienza… nel prossimo articolo parleremo proprio di questo.

Perché Atlas ha scelto...