I meccanismi d’infortunio del legamento crociato anteriore (da non-contatto)

Data la ricorrenza di questo infortunio, e poiché leggo troppe considerazioni personali che hanno poco di scientifico, vediamo cosa ci dice la ricerca degli ultimi anni sui meccanismi d’infortunio del LCA:
I meccanismi che creano un maggior carico sul LCA sono rappresentati da tre fattori:
  1. Forze di taglio anteriori sulla tibia
    I momenti delle forze di rotazione (interna/esterna) o momenti in valgismo/varismo causano stress minori sul LCA rispetto agli stress causati da una forza di taglio puramente anteriore. Tuttavia se alle forze di taglio anteriori si sommano momenti in valgismo o torcenti, lo stress riportato sul LCA è significativamente maggiore rispetto a quello causato da singole forze di taglio anteriori.

  2. Il quadricipite è il responsabile maggiore della produzione di forze di taglio anteriori tra i 0° e i 45°di flessione del ginocchio.
    I maggiori stress sul LCA si registrano tra i 0° e 45° di flessione; questo è strettamente correlato al “patella tendon-tibia shaft angle”, il quale aumenta con il diminuire della flessione del ginocchio (Fig).

  3. Forze di reazione posteriori sul suolo negli atterraggi
    Una “posterior ground reaction force” crea un momento di forze flettente sul ginocchio il quale deve essere controbilanciato da un momento estensorio generato dalla contrazione del quadricipite; questa contrazione, tramite il tendine rotuleo, aggiunge forze di taglio anteriori sulla parte prossimale della tibia risultando in un maggior carico sul legamento crociato anteriore.

(Bing Yu et al.Br J Sports Med)